Facilitatori

Giancarlo Amadori
Giancarlo Amadori
Il quotidiano “muovermi lento” mi fa riscoprire ogni volta come l’intorno che ti circonda e che attraversi ti rimanga fortemente impresso negli occhi nella mente e nel cuore e attraversandolo con la lentezza dei pedali rivela la magia e la capacità di farti percepire panorami e persone che ti arrivano all’anima così come gli spontanei racconti di chi ti ferma per strada. Senza saperlo mi sento “Facilitatore Ecomuseale”